Questo sito utilizza cookie per gestire, personalizzare e ottimizzare la Vostra esperienza di navigazione del sito, rispettando la privacy dei dati personali e secondo le norme vigenti. Proseguendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni Vi invitiamo a consultare la pagina relativa all’informativa.

 

Logo dispositivi per centrale termica a legnaDISPOSITIVI FUNZIONALI PER CENTRALE TERMICA A LEGNA

Le caldaie a legna sono un’ottima alternativa alle caldaie alimentate con combustibili tradizionali. Il fatto che la legna sia un combustibile povero ed economico non esclude che gli impianti non abbiano subito un’evoluzione tecnologica con importanti miglioramenti e lo sviluppo di nuovi dispositivi idronici che ne assicurano un funzionamento ottimale e funzionale.
Di seguito riportiamo alcuni dispositivi primari che sono insostituibili nel realizzare un efficiente impianto di riscaldamento a legna.

ACCUMULATORE TERMICO INERZIALESchema accumulatore termico puffer

Gli accumulatori termici inerziali, comunemente chiamati “Puffer”, vengono impiegati in abbinamento alle caldaie a biomassa ed hanno la funzione di immagazzinare le grandi quantità di calore prodotto dalla combustione delle cariche di combustibile immesse nel generatore.
Sono importanti per l’ottimizzazione di un sistema di riscaldamento specialmente quando il generatore è alimentato a legna, pellet o cippato e insostituibile quando il riscaldamento avviene con corpi scaldanti a bassa temperatura.. Nei paesi europei più evoluti in questo campo (Austria, Germania, Svizzera) gli accumulatori rappresentano da molti anni un’esigenza primaria, tanto che molti produttori di caldaie non rilasciano certificato di garanzia per installazioni che non se ne avvalgano o che siano sotto dimensionati. Il dimensionamento avviene in base alla potenza della caldaia rispettando il valore minimo di 55L/kw o ancor meglio se si adotta il valore consigliato di 100L/kw. Per maggiori info clicca qui

Valvola di scarico termico di sicurezzaVALVOLA DI SICUREZZA TERMICA

La valvola di scarico di sicurezza termica è un dispositivo che ha la funzione di limitare e contenere la temperatura dell’acqua nei generatori alimentati con combustibili solidi quale la legna, provvisti di scambiatore d’emergenza incorporato nella caldaia di serie.
Per evitare l’ebollizione al raggiungimento della temperatura di 95°C dell’acqua contenuta all’interno del generatore, in cui è immerso il sensore di rilevamento, la valvola incomincia ad aprirsi e a lasciar defluire l’acqua di raffreddamento all’interno dello scambiatore d’emergenza fino al raggiungimento della temperatura del generatore entro i limiti di sicurezza. Per maggiori info clicca qui

LIMITATORE DI TIRAGGIOLimitaore di tiraggio dei fumi

I limitatori di tiraggio sono dispositivi che permettono di mantenere costante il tiraggio in qualsiasi condizione ambientale, di taratura e portata della combustione dell’apparecchio, senza alcuna ostruzione del passaggio fumi.
L’efficienza di un impianto fumario è soggetta agli influssi delle caratteristiche specifiche dei fumi e alle condizioni climatiche che possono variare, indipendentemente tra di loro, nell’arco della giornata e/o durante il periodo di funzionamento dell’impianto di riscaldamento. Una condizione importante per avere un buon funzionamento del sistema è quella di avere sempre all’interno del generatore uno stato stabile al fine di poter agevolmente controllare le emissioni e poter andare a variare eventualmente quei parametri che ne ottimizzano il funzionamento. Per maggiori info clicca qui

Stazione anticondensa con valvola miscelatrice a punto fissoSTAZIONE ANTICONDENSAStazione anticondensa con valvola miscelatrice azionata da attuatore elettrico

L’utilizzo della stazione anticondensa mantiene il generatore di calore a una temperatura sempre al di sopra del punto di rugiada, qualunque sia la condizione d'utilizzo, prevenendo la condensa di vapore acqueo sulle strutture interne del generatore e sulle pareti della canna fumaria, migliorandone così l’efficienza della combustione, aumentandone la durata e riducendone le emissioni inquinanti.
La stazione d’innalzamento della temperatura, o stazione anticondensa, consente di collegare direttamente il generatore a combustibile solido all’accumulatore termico inerziale o, in casi particolari, al sistema di riscaldamento senza l’ausilio di altri dispositivi. Il sistema è pre-assemblato con tutti i componenti racchiusi in un unico box termo isolato ed è particolarmente indicato quando serve una stazione compatta con ingombri ridotti. Per maggiori info clicca qui

CronotermostatoSISTEMA REGOLAZIONE IMPIANTOCentralina regolazione curva climatica

La regolazione dell’impianto di riscaldamento può essere eseguita:

  • a punto fisso, cioè con una temperatura di mandata fissa e indipendente dalle condizioni climatiche esterne. E’ il sistema di regolazione più semplice, la temperatura di mandata dell’acqua viene regolata manualmente con una valvola miscelatrice su cui si imposta di volta in volta la temperatura desiderata ed un termostato ambiente ne attiva o meno il circolatore
  • a punto variabile o a curva climatica, cioè con un adeguamento costante della temperatura di mandata infunzione della temperatura esterna. E’ il sistema di regolazione più efficiente, la temperatura viene regolata automaticamente con una Diagramma curva climaticavalvola miscelatrice azionata da un attuatore elettrico che varia in continuo la temperatura di mandata in base alla temperatura esterna. E’ il sistema che garantisce il maggior risparmio energetico, il minor costo gestionale e il miglior comfort.